Terapia genica, siglato accordo tra lrccs San Raffaele e la biotech francese TxCell

L’Irccs Ospedale San Raffaele di Milano ha annunciato oggi una collaborazione strategica con la biotech francese TxCell, attiva nello sviluppo di terapie personalizzate che sfruttano le cellule T regolatorie (Treg) per il trattamento di malattie autoimmuni e infiammatorie.

L’obiettivo della collaborazione, di cui non sono stati resi noti i termini finanziari, sarà lo sviluppo di cellule T regolatorie geneticamente modificate per il trattamento della nefrite lupica, una patologia autoimmune cronica. Le cellule verranno ingegnerizzate per far sì che esprimano un recettore  che non producono naturalmente (Recettore Antigenico Chimerico – Car) che consenta alle cellule modificate del sistema immunitario di riconoscere minacce nuove e attivarsi. TxCell ha già realizzato un primo tipo di cellule T regolatorie modificate con tecnologia Car (Car-Treg) per il trattamento della nefrite lupica. Il recettore chimerico aggiunto a queste cellule è costruito per riconoscere correttamente gli antigeni responsabili della nefrite lupica. Attraverso l’accordo tra TxCell e l’Ospedale San Raffaele sarà possibile condurre gli studi farmacologici e tossicologici pre-clinici necessari per prepararsi a un primo trial nei pazienti affetti da nefrite lupica. Parallelamente l’Ospedale San Raffaele avvierà un’attività di ricerca sponsorizzata volta a ottimizzare le cellule Car-Tregs per lo sviluppo di terapie cellulari per altre malattie autoimmuni.

“Siamo agli albori di ENTrIA, la nostra nuova piattaforma di produzione per terapie a base di cellule CAR-Tregs – ha dichiarato Arnaud Foussat, chief scientific officer di TxCell – Contiamo già entro la fine dell’anno, di esplorare le potenzialità terapeutiche delle cellule Car-Tregs in almeno altre due indicazioni”.

tratto da http://www.aboutpharma.com/